AIO

Inviato da optikey il Ven, 28/07/2017 - 11:14

È importante, anche se assediati dalla calura, nel mese di Luglio, fare un po’ il bilancio dell’anno 2016-2017, perché, nei fatti, il nuovo anno lavorativo inizia il primo di settembre, dopo il grande iato estivo delle vacanze agognate e meritate. Anno positivo per AIO. Chi scrive è ben conscio del detto “chi si loda si imbroda” ma limitandosi all’elencazione dei meri dati di fatto che si è espressa la valutazione sopra enunciata.

Nell’ottobre 2016, a Palazzo Borghese, si sono riuniti un centinaio di Maestri Ottici che l’Associazione ha onorato con il conferimento del Diploma d’Onore. Una cerimonia toccante e sentita in cui la professionalità e l’amicizia contratti al tempo del diploma, spesso si incontrano. Particolarmente simpatico l’incontro di amici che dopo trentanni e passa anni si ritrovano con un po’ di “pancia” in più, qualche capello in meno, ma tanta passione per la professione e stima per i colleghi, spesso vecchi amici.

Nel mese di Luglio, presso il Design Campus di Calenzano, Facoltà di Architettura, tramite il La.Mo, Laboratorio della Montatura, diretto dalla Professoressa Elisabetta Benelli, è stato organizzato il primo corso di aggiornamento universitario aperto sia agli ottici che alle aziende, finalizzato alla formazione di professionisti nel settore dell’ottica. L’obiettivo principale è stato quello dell’incentivazione di progetti e di proposte innovative da inserire nel mercato dell’occhialeria nazionale (e non). I temi trattati hanno avuto lo scopo di fornire ai “progettisti” gli strumenti necessari all’interpretazione del mercato attuale e all’individuazione dei nuovi scenari per il progetto della montatura intesa come sistema coerente di contenuti tecnologici, qualità dei materiali e forte connotazione estetico - formale. Particolare importante: al corso ha partecipato anche una studentessa della facoltà di architettura di Genova che sta lavorando a una tesi sulle montature e inviata specificatamente dalla facoltà. L’interesse e lo studio accademico della “montatura” si sta radicando nel mondo accademico?

All’interno dell’AIO si è aperta una discussione sulle prospettive ed obbiettivi dell'associazione per il biennio 2017-18. Le opinioni che si discutono sono tutte degne di considerazione attenta. La discussione, che terminerà alla fine dell’anno, vedrà un’AIO completamente rinnovata nelle sue componenti decisionali.

Ma mentre ferve la discussione e si formulano ipotesi operative, il lavoro non si arresta.

Il 26 Novembre 2017, sempre presso palazzo Borghese si riuniranno i Negozi Storici del settore nostro. È importante iniziare a onorare questo tipo di attività commerciale, è importante riunirci e contarci, in un momento storico in cui la tecnologia “concorre” ad accentrare la distribuzione e a dettarne le leggi. La grande esperienza di questi colleghi che per così tanto tempo hanno onorato la professione sarà il primo passo per studiare una strategia di rilancio del settore stesso.
Si inizia a studiare con una giornata di approfondimento il fenomeno dei blogger per valutare l’influenza di questa nuova figura sulla distribuzione e come la scelta del prodotto possa essere influenzata dal web.

L’ANFAO ha nominato il nuovo presidente che guiderà l’associazione di Confindustria per i prossimi 4 anni. E’ Giovanni Vitaloni, che succede a Cirillo Marcolin. Al neo presidente vanno gli auguri di AIO per un quadriennio di successi.

dr Mario Casini
presidente AIO