COMMISSIONE DIFESA VISTA

Inviato da optikey il Mer, 14/06/2017 - 08:48

CDV ONUS LANCIA LA SENSIBILIZZAZIONE IN VISTA DELL’ESTATE

Una campagna su Sky, un video e la App gratuita SOLE AMICO per allertare sui rischi del sole per la salute della vista e le modalità di protezione. Particolare allarme per bambini e ragazzi, poco abituati a proteggersi

Torino, maggio 2017 – Commissione Difesa Vista Onlus, lancia la nuova campagna informativa per ricordare l’importanza di proteggere gli occhi dal sole in vista dell’estate. Dati allarmanti indicano che solo il 15% degli italiani utilizza sempre gli occhiali da sole, mentre il 30% li indossa raramente. Quanto alle categorie a rischio, il 60% dei bambini non indossa lenti scure e tra gli anziani questa percentuale cresce spaventosamente.

La campagna di sensibilizzazione prevede pillole di informazione in onda su Sky fino a giugno, un video sul web e sui social, l’App Sole amico per illustrare i rischi dell’esposizione al sole e promuovere il corretto approccio alla difesa della vista durante i mesi estivi. Inoltre la diffusione di un decalogo supporterà i cittadini a orientarsi nella corretta difesa degli occhi e a scegliere correttamente occhiali da sole di qualità (marchiati CE e con lenti certificate). Il sole costituisce infatti uno dei più grandi pericoli per la vista e diventa fondamentale proteggere gli occhi, se si considera inoltre che l’80% delle informazioni che giungono al nostro cervello passano proprio dagli occhi.

«Gli occhi necessitano di un’adeguata protezione durante l’anno - spiega il dottor Francesco Loperfido, consulente della Commissione Difesa Vista Onlus, Responsabile del Servizio di Oftalmologia Generale dell’Ospedale San Raffaele di Milano e Professore a contratto con l’Università Vita e Salute. In estate diventa però fondamentale difendersi da un’irradiazione più intensa, da vento, sabbia, acqua salata o ricca di cloro, polline e polveri sottili. Proteggere i nostri occhi deve diventare una salutare abitudine, da insegnare anche ai nostri bambini».

App Sole Amico La App Sole Amico è stata sviluppata da Commissione Difesa Vista Onlus e Cosmetica Italia, l’Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche. Scaricabile gratuitamente, in tempo reale orienta l’utente su come proteggere occhi e pelle in modo adeguato, senza correre rischi. La App consiglia il filtro usare sia per gli occhiali sia per le creme protettive in base al fototipo e alla quantità di raggi UV presenti nel luogo in cui ci si trova: con un “click” si risponde a semplici domande (sesso, fascia di età, colore dei capelli, colore degli occhi, carnagione …) e si ha il consiglio personalizzato, Ampia la sezione “Consigli degli esperti” dove l’oculista e il dermatologo rispondono a una serie di interessanti questioni a tema. Uno strumento immediato e interattivo per non farsi trovare impreparati e giocare d’anticipo!

La App è scaricabile da: https://itunes.apple.com/it/app/sole-amico/id504873299?mt=8 https://play.google.com/store/apps/details?id=com.gwcworld.soleamico3

Le categorie a rischio: bambini e anziani Soggetti predisposti a maggiori rischi per la salute della vista sono: i bambini e gli anziani. Paradossalmente sono proprio queste le categorie che meno indossano gli occhiali da sole: solo l’11% dei giovanissimi e il 10% degli over 55 li utilizza con regolarità. Il 60% dei bambini tra i 2 e i 6 anni non ha mai indossato un occhiale da sole mentre i loro occhi, particolarmente delicati, andrebbero protetti più degli altri. Occhiali da sole, cappello e maglietta sono fondamentali per difendersi dai raggi UV, soprattutto in condizioni estreme (mare/montagna) dove le superfici riflettenti possono aumentare la percentuale di pericolosità. Anche i bambini che manifestano difetti visivi e che quindi sono portatori di mezzi correttivi, devono essere dotati di occhiali da sole graduati. I bambini con gli occhi chiari sono maggiormente sensibili alla luce e vanno tutelati con lenti otticamente eccellenti acquistate in centri ottici specializzati. Preoccupante anche il bassissimo utilizzo dell’occhiale da sole nella fascia della terza età, quando sia l’incremento della dacriopatia, l’alterazione della qualità/quantità del film lacrimale, sia l’opacità del cristallino - che ha il suo naturale processo di invecchiamento con l’età - inducono a una maggior fotofobia. La protezione degli occhi negli anziani è quanto mai necessaria e dovrebbe avvenire con l’utilizzo di lenti fotocromatiche o con lenti che assicurino un’alta percentuale di sbarramento agli UV.

IL DECALOGO DELLA SALUTE DEGLI OCCHI IN ESTATE
1) Acquistare gli occhiali presso centri ottici, facendo riferimento a professionisti del settore che possano suggerirvi la scelta corretta anche in base alla vostre esigenze, consigliandovi le lenti più adeguate. Non affidarsi invece ad ambulanti o negozi non specializzati che vendono occhiali da sole con presunte protezioni ai raggi UV (totalmente o parzialmente inadeguate).

2) Scegliere l’occhiale da sole in base:

  • all’utilizzo che se ne deve fare: se lo si deve indossare tutti i giorni, per praticare attività sportiva oppure per guidare
  • ai luoghi dove intendiamo recarci in vacanza o per un viaggio
  • all’attività sportiva che si pratica (sci, vela, ciclismo, golf, guida, ecc..)

3) Ridurre al minimo l’esposizione al sole dalle 10 del mattino alle 4 del pomeriggio e avere sempre un “occhio di riguardo” per bambini e terza età.

4) Per chi ha difetti visivi è bene sapere che per i miopi è preferibile il colore marrone delle lenti da sole, mentre per gli ipermetropi è meglio il grigio-verde e che le lenti possono essere sia graduate sia progressive.

5) La montatura deve essere ben aderente alla radice del naso, preferire occhiali ampi (sopra il sopracciglio, un po' arcuati) e utilizzarli assieme a un cappello con visiera, per un migliore effetto protettivo.

6) Ricordarsi di indossare gli occhiali anche all’ombra, perché i raggi solari, in particolari condizioni di incidenza su alcune superfici, quali sabbia o altre superfici riflettenti, risultano dannosi anche se filtrati.

7) Anche con il cielo nuvoloso vanno portati gli occhiali da sole poiché filtra comunque il 70% dell’UV e in questo caso, rispetto al sole diretto, l’irraggiamento è più disomogeneo e quindi più fastidioso.

Per sapere se un modello è conforme bisogna sempre verificare:

  • la presenza della marcatura CE sulla montatura
  • che ci sia la nota tecnica informativa (presenza della norma EN 1836/2006), e il riferimento della norma europea UNI EN 1836 (o solo EN 1836)
  • l'identificazione del fabbricante o del fornitore
  • il numero della categoria del filtro solare della lente (da 0 a 4)
  • il tipo di filtro (es. fotocromatico, ecc.)
  • la presenza delle istruzioni per la cura, la manutenzione e la pulizia dell’occhiale stesso

Commissione Difesa Vista Onlus si occupa di sensibilizzare i cittadini sui rischi derivanti da una scarsa attenzione alla salute degli occhi, promuovere e realizzare campagne per la tutela della vista che aumentino nei soggetti più vulnerabili la consapevolezza individuale e collettiva, informare sulle corrette pratiche rivolte al mantenimento di una buona qualità visiva, collaborare con altri enti pubblici e privati, incluse scuole, che perseguono obiettivi simili, per fornire supporto relativamente al campo della salute e della prevenzione visiva. Per informazioni e approfondimenti: www.c-d-v.it, https://www.facebook.com/commissionedifesavista